264mila euro di affitto ai salesiani per aule e uffici scolastici. Ma le scuole in disuso sono decine.

A seguito delle disposizioni del Sindaco Metropolitano di Catania, Enzo Bianco, la Città Metropolitana (Provincia) ha deciso di prendere in affitto dei locali per ospitare uffici e aule dell'Istituto Alberghiero Wojtyla.

La Provincia pagherà 264mila euro l'anno, 22mila euro al mese, per affittare l'oratorio San Filippo Neri di piazza San Domenico Savio. I soldi andranno ai Salesiani dell'Opera San Giovanni Bosco in Sicilia.

Si tratta di un atto illogico che determina uno sperpero inaccettabile di risorse pubbliche. Sono infatti decine le strutture scolastiche e gli edifici pubblici attualmente in disuso che potrebbero, con interventi di manutenzione, essere destinati nuovamente a locali scolastici.

Da un lato il Sindaco dispone la svendita del patrimonio pubblico, dall'altro prende in affitto locali privati con costi che permetterebbero la ristrutturazione e la valorizzazione dei beni pubblici. Un regalo insensato ai privati a danno della collettività.

Chiediamo che il Sindaco Enzo Bianco revochi immediatamente l'atto e provveda ad individuare all'interno dei beni pubblici i locali da destinare ad edifici scolastici e avvii con urgenza i lavori di manutenzione.

Facciamo appello ai Sindaci della Provincia e ai consiglieri comunali affinché si censuri la scelta del Sindaco e si provveda a valorizzare i beni pubblici revocando qualsiasi inutile contratto d'affitto.

Mentre le studentesse e gli studenti non hanno i riscaldamenti, i servizi di trasporto per la scuola e studiano in strutture fatiscenti il Sindaco non può permettersi di regalare inutilmente 264mila euro l'anno ai privati.

Confidiamo nel sostegno del dirigente scolastico, del corpo docente e degli studenti dell'Istituto Wojtyla che non possono certo accettare un simile sperpero di risorse pubbliche. Siamo al loro fianco nella richiesta di locali pubblici idonei al corretto svolgimento delle attività didattiche.

Catania Bene Comune

Giovedì 9 Febbraio 2017

Commenti

Incredibile ma vero, mancano aule e taluni istituti non sono sicuri rispetto a norme antisismiche, ma su via Leucatia  da alcuni anni un istituto di scuola media  prefabbricato (a norma ) è stato fino a poco tempo addietro a uffici per il provveditorato , dirottando alunni a ingorgare il centro in istituti poco sicuri. (Qualche malpensante ritiene che possibilmente sia stato fatto anche un " favore" a un noto centro scommesse posto difronte alla ex scuola). e oggi è parzialmente utilizzato come sede dell'accademia delle belle arti.a quando un utilizzo ottimale della struttura??? 

Aggiungi commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.