Arresto per mafia del candidato Castelli fatto gravissimo. Stancanelli si dimetta e ritiri la candidatura.

L'arresto per mafia di Giovanni Castelli, candidato, da quanto si apprende dalla stampa e dalle dichiarazioni di Claudio Corbino, alle elezioni comunali nella lista civica “Tutti per Catania” a sostegno del Sindaco uscente Raffaele Stancanelli è un fatto di gravità inaudita che chiarisce tragicamente gli interessi della mafia verso le elezioni amministrative nella città di Catania.

Non è tollerabile la sufficienza con la quale il Sindaco Stancanelli e la sua coalizione stanno affrontando la vicenda, derubricandola a incidente di percorso. O il Sindaco Stancanelli reputa normale ricevere l'appoggio di un candidato come Giovanni Castelli, accusato di aver coperto la latitanza di un boss di mafia, oppure dopo aver amministrato per 5 anni la città l'ex senatore Raffaele Stancanelli finge di non conoscere neanche i candidati della sua lista, facendo presumere che non esiste nessun progetto politico e amministrativo dietro la sua nuova candidatura ma solo un'accozzaglia di persone scelte a casaccio e candidate.

In entrambi i casi, o per contiguità con Giovanni Castelli o per manifesta incapacità, il Sindaco uscente dovrebbe compiere due gesti di dignità e di rispetto verso la città: dimettersi dalla carica di Sindaco e ritirare la sua candidatura per liberare dall'ombra della mafia le Istituzioni e la campagna elettorale.

La città di Catania non è più disposta a sopportare, a turarsi il naso, a far finta di non vedere. Abbiamo il dovere di estromettere gli interessi mafiosi dall'amministrazione della città, partendo da questa campagna elettorale. Nessuno pensi che la città dimenticherà l'affare Castelli e le responsabilità di Stancanelli e della sua coalizione.

Giovedì 2 Maggio 2013

Aggiungi commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.